NEWS

Sei in: Home Storia

EMPS - Genesi di una formazione

L'Emps non ha una definizione univoca: è una giovane associazione, un gruppo di amici, un modo di essere, un tentativo di perseguire risultati, bel gioco e fair play nel calcio a 5. Lo sfondo alle nostre avventure pedatorie è quello della provincia di Rieti, più precisamente il campionato Uisp (Unione italiana sport per tutti)

La Società nasce per iniziativa di alcuni giovani (allora lo eravamo!) che decidono (era il 2000) di riunirsi sotto la bandiera dell'amicizia in connubio con il calcio a 5. La passione affonda le sue radici nei tempi della scuola e volendo ancor più dietro negli anni.
Le precedenti esperienze nel calcio a 11 e in quello a 5 spingono Marco ed Emanuele a un pensiero comune: 'Perché giocare in squadre "di altri" quando possiamo formare una squadra tutta nostra insieme agli amici di sempre?'.
Fino ad allora l'esperienza comune dei due aveva avuto un filo conduttore: la frustrazione nel constatare sulle propria pelle come risultasse difficile dovesse essere pronti a giocare piccoli spezzoni di gare, per squadre appunto d'altri, essendo costretti ad entrare in campo il più delle volte a risultato irrimediabilmente compromesso, nel tentativo di raddrizzare le sorti di incontri ormai segnati.
Così, nel 2000, il grande passo.
Si forma l'Emps. A chi si chiede cosa stia a significare questo nome diamo subito una risposta: è un acronimo formato con i nomi dei quattro membri fondatori.

Emanuele Persi - Il Consigliere
Marco Colasanti - Il Presidente
Paolo Scopigno - Il Vice Presidente
Stefano Mariantoni - Il Tesoriere

Le cose si fanno serie, si forma l'associazione con l'acquisizione del Codice Fiscale presso i Palazzi Finanziari, si comincia l'affannosa rincorsa alla ricerca di sponsor per l'iscrizione al primo campionato della neonata formazione e, cosa fondamentale, si inizia la ricerca dei calciatori "adatti". Lo spirito palesato sin dall'inizio è quello di impegnarsi ad ottenere buoni risultati tenendo un corretto comportamento in campo perseguendo nel contempo il bel calcio! Utopia, o forse no.


EMPS - Il primo campionato

Grazie alle conoscenze del vice presidente gli sponsor accorrono numerosi. Il campionato può cominciare! Ognuno dei quattro soci porta il suo contributo di "conoscenze"... Pian pianino la squadra va prendendo forma... Alcuni giocatori si conoscono da tempo, i nuovi innesti vanno a colmare le lacune del gruppo.
Il primo banco di prova è il Torneo della Texas (si tratta di un torneo giocato con regolamento F.I.G.C.).
La prima squadra schierata dall'Emps è:
Scopigno, Capparella, Cruciani, Pensorosi, Colasanti. Ben presto nel torneo vengono fuori le personalità di giocatori come Mariantoni e Vannicelli. La squadra vince e da spettacolo e alla fine dopo una sfortunata semifinale arriva un meritatissimo terzo posto. Le premesse sono ottime ma ancora manca qualcosa...
Si pensa ad un allenatore, figura nel torneo suddetto ricoperta egregiamente da Emanuele out per problemi fisici. Detto-fatto.
Si contatta il migliore sul mercato reatino, fortunosamente libero in quel periodo: Piero Benedetti (allenatore di serie A in passato a Rieti) accetta con entusiasmo l'incarico e così cominciano le "lezioni".
Si gioca con il modulo 3-1 che prevede un centrale di difesa, due laterali e una punta. I ruoli prestabiliti vengono totalmente rivisti dal mister e inizia un periodo di adattamento per tutti i tesserati.

La Rosa è ricca e completa:
PORTIERI: Padronetti Paolo, Scopigno Paolo
CENTRALI: Pensorosi Giovanni, Rossi Diego, Benedetti Matteo
LATERALI: Persi Emanuele, Mariantoni Stefano, Colasanti Marco, Capparella Daniele, Leone Daniele
PUNTE: Cruciani Davide, Vannicelli Manlio

Il campionato mette a dura prova i nervi di alcuni: Stefano mal digerisce l'iniziale panchina, Daniele C. abbandona la squadra nel periodo di Natale non riuscendo ad esprimersi al meglio nel modulo voluto dal mister.
Intanto a livello di squadra dopo una prima fase di "studio" dei nuovi meccanismi gli ingranaggi cominciano ad oliarsi. E la squadra sotto la guida di Benedetti fuori e di Pensorosi in campo agguanta 11 vittorie consecutive. Si mettono in evidenza Cruciani, punta anarchica ma spietata e Scopigno super tra i pali un po' meno per alcune scenate in mezzo al campo.


CONTINUA ...

ULTIMA PARTITA

A.S.D. Master Club Rieti Garden

7

E.M.P.S.

4

Tabellino